Trova ciò di cui hai bisogno a Tortora

Tortora

Visita il sito del comune

Le origini di Tortora risalgono al Paleolitico Inferiore, ciò è testimoniato dal giacimento rinvenuto nella zona del Rosaneto, sul colle Palecastro, ad oggi risulta essere uno dei più antichi siti preistorici italiani. I primi accenni verso la civiltà risalgono agli Enotri , essi abitarono a Tortora dal VI secolo a.C. al IV secolo a.C., la loro esistenza è stata verificata dal rinvenimento di 38 tombe con corredi funerari.


Dopo vi furono i Lucani, che sul colle Palecastro ingrandirono e rinforzarono il centro fondando la città di Blanda, in seguito a causa delle incursione da parte dei Saraceni gli abitanti si dovettero rifugiare nell’entroterra fondando così i primi nuclei abitativi del centro storico. Il suo nome deriva dall’omonimo animale, la tortora. I reperti dell’antica città di Blanda sono custoditi nella mostra permanente “Archeologia per Tortora: frammenti dal passato”, nel Museo comunale situato nel Centro Storico. Tortora vanta oltre ad una ricca architettura civile, numerosi edifici ecclesiastici tra cui Chiese e Cappelle, dislocate nelle varie zone, tra marina, centro storico e zone montane, intitolate a diversi santi, una di questa è la Cappella delle Anime del Purgatorio ornata da un bellissimo Portale , si trova in Piazza Dante Alighieri; dal punto di vista architettonico la cappella si presenta con una facciata di stile romanico, il portale è di pietra calcarea grigia, risalente al 1688, al quale si accede attraverso cinque grandi gradini. Nella simbologia presente sul portale l’arco rappresenta la volta celeste percorsa dal Sole.

Le immagini dei suoi conci descrivono altrettante costellazioni. I rilievi sull’arco del portale richiamano le rappresentazioni zoomorfe e mostruose dell’arte romanica con influenze longobarde e arabe. E’ l’unico esempio del genere apparso sul versante tirrenico dell’Italia Meridionale e costituisce un esemplare notevole di arte basiliano - calabrese dell’epoca normanna. Tortora non offre solo arte, cultura e architettura, ma la possibilità di godere durante il periodo estivo di spiagge e aree per le vacanze, poiché Tortora sbocca sul mar Tirreno, in più per i più piccini vi è la possibilità di divertirsi gratuitamente attraverso i vari parchi giochi dislocati nella cittadina, tra il quale il Parco Stella Maris.